separazione e divorzio / logo separazione e divorzio / scritta logo

Separazione-divorzio.com

La convivenza di fatto alla luce della legge n. 76/2016 (legge Cirinną)

La legge n. 76/2016, detta anche legge Cirinną, ha disciplinato per la prima volta in Italia le cosiddette "convivenze di fatto".

Per convivenza di fatto deve intendersi anzitutto quella tra due persone maggiorenni (dello stesso sesso o di sesso diverso), unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, coabitanti ed aventi dimora nello stesso comune e tra loro non vincolate da rapporti di parentela, affinitą o adozione, da matrimonio o da unione civile.

La convivenza di fatto, cosģ come disciplinata dalla legge in esame, richiede che la coabitazione tra le due persone risulti da un certificato di stato di famiglia.

La convivenza di fatto estende al convivente diritti inerenti la tutela della persona

Il convivente di fatto, in caso di cessazione della convivenza, ha poi diritto a vedersi riconosciuto il diritto di ricevere dall'altro gli alimenti, per un periodo proporzionale alla durata della convivenza medesima e nell'ipotesi in cui versi in uno stato di bisogno o non sia in grado di provvedere al proprio mantenimento.

Al convivente di fatto, infine, viene riconosciuto il diritto al risarcimento del danno in caso di morte del compagno derivante da fatto illecito.

La legge n. 76/2016, sempre in tema di convivenza di fatto, non ha previsto nulla dal punto di vista successorio: pertanto alcun diritto spetta al convivente in caso di morte del compagno.

Vedi anche: legge n. 76 del 2016 (cosiddetta Legge Cirinną)

Data: 26.01.2017
Autore: Avv. SILVIA TRITTO

<< Articoli e News
©2003-2017 Separazione-divorzio.com | Milano | Roma | Tutti i diritti riservati
Servizio a cura di StudioLegale-online.net | Informazioni legali | Privacy

W3C Validato CSS Validato